Articolo

Ottorino Russo De Felice e il campo nazionale CNGEI 1948

Ottorino Russo De Felice, commissario della Sezione CNGEI di Catania e l'avventura che portò il contingente che andò al Campo nazionale di Salice D'Ulzio del 1948. Grazie a Salvo Zappardino autore della ricerca e al Pellicano Pataccaro (attraverso Andrea Padoin) che l'ha pubblicata. Presente anche la scheda del film "Vita Scout" di Piero de Chomón-Ruiz relativo il campo nazionale del CNGEI e quello dell'UNGEI del 1948.Tratto dal n. 112 del 2013. {phocadownload view=file|id=1999|target=s}
Articolo

Dominique Lapierre

Due articoli articoli di Daniela Cavini e Donatella Bogo pubblicati su Sette-Corriere della Sera n. 38 del 20 settembre 2013 e autorizzato dal Direttore Pier Luigi Vercesi a essere riportato sul sito del Centro studi e documentazioni scout della Sicilia.   Dominique Lapierre è stato anche scout (vedi foto p. 34). {phocadownload view=file|id=1998|target=s}
Articolo

Presentazione libro sullo scautismo femminile

In programma la presentazione del libro "Scautismo femminile e Guidismo. Esperienze educative in prospettiva di genere: i casi dell’Italia e della Spagna" di Aurora Bosna. http://unifg.academia.edu/AuroraBosna http://www.edizioniets.it/scheda.asp?N=9788846732101   Due le occasioni in Sicilia: Catania: giovedì 24 ottobre ore 16.00 presso l'aula 1 di Palazzo Ingrassia, Università. A cura della cattedra di Pedagogia Generale e Sociale di Scienze della Formazione dell'Università degli ...
Articolo

La frase

 "Solo guardando alle orme di chi ci ha preceduto possiamo dare un senso al nostro cammino"(Conrad)  
Articolo

90 anni AGESCI Ragusa 1

  Il Gruppo Agesci Ragusa 1 festeggia i novant’anni della sua fondazione. Il 23 settembre 1923 anche a Ragusa si sono visti i primi Esploratori. Oggi il Gruppo fa memoria della sua storica presenza nel territorio ibleo e si progetta per guardare ancora più lontano. Il programma: -  23 settembre 2013 presso la chiesa SS. Ecce Homo celebrazione della Santa Messa alle ore 20,00; -  24 novembre 2013 celebrazione di una Santa Messa in suffragio degli scouts defunti; -  1 ...
Articolo

Don Andrea Gallo

In occasione della scomparsa di don Andrea Gallo, ricordiamo una sua intervista sullo scautismo già pubblicata dal nostro sito 3 anni fa. http://www.sicilia.agesci.it/old2/csd/?home=csd&pag=news&job=view&id=1423
Articolo

Spunti di riflessione più o meno inediti…

È uscito il n. 15! Si tratta di un brano, un articolo, un vecchio testo che il Centro Studi ha iniziato a inviare al Consiglio regionale AGESCI insieme ai documenti preparatori delle sue riunioni periodiche. Il Comitato scientifico interassociativo del Centro ha proposto di utilizzare tali brani come occasione di riflessione comune tra le associazioni scout. {phocadownload view=file|id=1953|target=s} Trovate qui tutta la collezione fino al n. 12 (vecchio sito). o qui la collezione ...
Articolo

Sul Piccolo Principe…

A settant'anni dalla morte di Saint-Exupéry, il nipote incontra il pilota tedesco che abbattè lo scrittore-aviatore nel 1944. Un articolo di Cesare Fiumi pubblicato su Sette-Corriere della Sera e autorizzato dal Direttore a essere riportato sul sito del Centro studi e documentazioni scout della Sicilia. (La foto della news è di Salvatore Zappardino) {phocadownload view=file|id=1948|target=s}    
Articolo

La frase

"Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile.E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile"(San Francesco d'Assisi)  
Articolo

Scautismo e formazione alla leadership

Pubblicati gli atti

Nell’immaginario collettivo il termine scout viene associato al ragazzo con pantaloni corti e cappellone a larghe falde in testa che aiuta la vecchietta ad attraversare la strada: la buona azione quotidiana; salvo poi a scoprire che la vecchietta non voleva attraversare la strada ma guardava dall’altro lato solo per vedere l’orologio del campanile. Ma non è così. Lo scout è un’altra cosa.

Fra gli obiettivi educativi dello scautismo, la formazione di un buon cittadino dotato di un carattere capace di "guidare da se la propria canoa" rimane uno degli aspetti più affascinanti dell'intero metodo. Tale carisma si può tradurre nel concetto di leadership sia di tipo formale che di tipo informale, a cui il ragazzo e l'adulto vengono chiamati a esercitare durante il gioco dello scautismo e che anche al di là di esso rimane.